Storia

Storia di Fratta Todina

Fratta Todina E un ridente paese della Media Valle del Tevere, situato su un poggio a 214 metri slm Tra Todi e Marsciano. Forse non E L’antica Tudernum, di cui parla Plinio Nella Naturalis Historia , patria dei Tuderni, i mitici fondatori di Todi.

Forse Fratta (fracta) non has been distrutta, venire suggerisce l’etimologia, Durante le invasioni barbariche … la Notizia Più antica su Fratta SI TROVA in un documento del 1177 QUANDO Federico I, il Barbarossa, discese in Italia. Nel medioevo era un vicus, un villaggio di contadini Che coltivavano le terre del Vescovo di Todi. Il Suo nome deriverebbe infatti dal Sistema con cui il centro abitato veniva difeso, Costruendo Una recinzione di pali infissi nel terreno intrecciati con Frasche in modo da Formare Una specie di Fratta (Boscaglia). Nel libro dei fuochi del 1292 E Indicata con il nome di Villa o di Fracta Episcopi , Fratta del Vescovo, quasi un sottolinearne la dipendenza Dalla Mensa Vescovile di Todi. Nell’età comunale le lotte di tra Guelfi (Perugia-Orvieto) e Ghibellini (Todi-Amelia-Spoleto) imperversarono Nella Nostra Regione e coinvolsero Anche Fratta, Che Fu Più Volte attaccata da orvietani e perugini. Nel 1310, Nella Battaglia di Montemolino, Perugia vinse e distrusse il ponte Che collegava Le Due sponde del Tevere. Il clima di ostilità ei Continui saccheggi, Incendi e devastazioni determinarono L’evoluzione dell’abitato da villa un castrum .

Braccio Fortebraccio

 

Visse il Suo Periodo aureo Nella Seconda Metà del ‘500 grazie al Vescovo Angelo Cesi, il Che si adoperò a promuoverne lo Sviluppo Economico e quindi demografico. Il Cesi istituì (1600) Una fiera Libera annuale, Oggi ripristinata, da tenersi l’8 maggio, Festa di S.Michele Arcangelo. FECE InOLTRE APRIRE La Porta della Spineta modificando La Struttura Urbanistica del Castello; trasformò la SUA dimora in Una splendida villa e dono alla Comunità Una residenza per le Pubbliche Assemblee (attuale sede del Municipio).

Soltanto nell’Ottocento, dopo l’Unità d’Italia, Il Paese Prendèra il nome definitivo di Fratta Todina.